Luna di miele sostenibile

viaggio di nozze luna di miele turismo sostenibile in Vietnam salerno salernosposa.it

Una luna di miele sostenibile è fatta per chi voglia mettersi nell’ottica di un turismo responsabile, che sia conscio dell’impatto ambientale che comporta. Ma anche della necessità di esplorare i luoghi meno battuti dell’Emisfero, rispettandone culture e tradizioni. Momento fondante dell’itinerario è l’incontro, visto come occasione di avvicinamento, scambio e conoscenza, ma anche come offerta di sostegno all’economia locale.

Quello che vi offriamo è un viaggio suggestivo nelle atmosfere da sogno del Vietnam, un incontro tra incredibili bellezze naturali, storia antica e villaggi pittoreschi. Il tour parte dall’esplorazione della città di Hanoi. Il centro, con le sue stradine strette e affollate dai tradizionali cyclo, fa da preludio ad Hoan Kiem, il lago della Spada Restituita con l’isola del Tempio della Montagna di Giada, un incantevole specchio d’acqua la cui storia mitica è legata da secoli al folclore della nazione, un’oasi di tranquillità, che è possibile raggiungere a piedi o sui noti risciò a pedali.

Una volta tornati in città, impossibile non farsi ammaliare dal tradizionale Water Puppet: uno spettacolo di marionette giganti che si svolge sull’acqua.

Meglio svegliarsi di primo mattino, se non si vuole perdere una tipica lezione di Tai Chi. Dopo una sosta sul lungolago, per un caffè vietnamita, si arriva a quella che viene considerata l’Ottava Meraviglia del Mondo, ovvero la Baia di Halong, dov’è possibile assistere al processo di produzione della seta e, imbarcandosi su una tradizionale giunca in legno, ammirare la miriade di isolette, faraglioni e grotte, traboccanti di stalattiti e stalagmiti.

Immerso in una giungla rigogliosa, si trova il complesso monumentale di My Son, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Visitatene i santuari e dirigetevi presso il vicino villaggio, per ammirare le antiche tecniche di lavorazione della ceramica. Discendendo in barca, vi immetterete tra i borghi di pescatori che costeggiano il fiume Thu Bon fino alla città di Hoi An.

Il caratteristico centro storico, dov’è d’obbligo fermarsi per un tè, offre una carrellata tra botteghe, boutique e gallerie d’arte.

Gli amanti della natura, non potranno non recarsi presso il massiccio roccioso di Ngu Hanh Son, che offre una vista mozzafiato su di un paesaggio surreale, fatto di pagode e grotte sacre. Risalendo la valle del Fiume dei Profumi, si approda a Cu Chi, ex città fortificata dei Vietcong, che conserva un’incredibile mondo sotterraneo fatto di magazzini, dormitori e armerie, collegati tra loro da una fitta rete di cunicoli.

Prendendo un aereo, si giunge alla mitica Saigon, ma prima di puntare verso il mercato coperto di Ben Thanh, sostate tra le risaie di un’azienda a conduzione familiare e fate una visita a un atelier di oggetti in lacca.

A 240 km a sud di Ho Chi Minh, si trova il Delta del Mekong; una volta arrivati a Cai Be, è possibile salire sulle piccole imbarcazioni che conducono al coloratissimo mercato galleggiante.

Trackback dal tuo sito.